I settori che saranno presenti durante l’evento Packaging Première sono molti, ma quello delle cartiere, della carta e delle  relative lavorazioni sono certamente quelle più rappresentate, sia in termini di espositori che per interesse da parte dei visitatori. Ci è sembrato quindi opportuno trattare  un argomento come quello delle borse per lo shopping declinate al mercato di riferimento del nostro evento, ovvero l’alto di gamma.

Oggi le shopping bags sono fra i principali strumenti attraverso i quali i brand comunicano la “Brand Experience” anche una volta usciti dal punto vendita. Era il lontano 1973 quando il celebre Massimo Vignelli ideò la shopping bag come la conosciamo oggi, sotto forma di “Brown Bag” di Bloomingdale’s, oggigiorno venduta separatamente e divenuta un’icona nel suo genere. Da quel momento, la borsa che ci viene consegnata in negozio, non contiene solo i nostri acquisti, ma porta con sè il fascino e un pezzetto dello spirito del marchio.

Nel packaging di lusso la shopping bag ha ancora più significato e gode di un mercato florido  che non ha subito gli effetti negativi della crisi economica mondiale. Inoltre, le shopper per il mercato del lusso sono tutte assemblate a mano visto che non esistono macchinari industriali in grado di curarle nei dettagli ed avere un risultato vicino alla perfezione. E l’Italia si è sempre distinta per qualità ed esperienza.

Anche nel mondo del lusso la tendenza è rivolta all’eco-sostenibilità come valore etico e le stesse borse vengono realizzate rispettando il nuovo diktat. Si sta puntando, infatti, sempre di più su materiali biodegradabili, sull’assenza delle plastificazioni e sulle maniglie in puro cotone o poliestere cotoniero.

Fedrigoni – primo produttore di carta in Italia- è un esempio in questo campo poichè realizza carte speciali destinate alle shopping bag per l’alto di gamma. In particolare, ha creato una carta super tecnologica in grado di evitare le macchie di grasso tramite l’applicazione di composti naturali, evitando così l’utilizzo di materie plastiche. Oltre a questo, le innovative tecnologie si stanno rivelando molto utili per la lotta alla contraffazione, una piaga decisamente importante nel settore del lusso.

Sia nella moda che nel lusso c’è un’ampia richiesta di micro motivi goffrati che rendono le borse molto esclusive e preziose. I materiali seguono la moda senza anticiparla troppo, E il ritorno ai materiali materici e tattili dopo anni di bags di carta verniciata o realizzata in materiali plastici ne è un sicuro indicatore.