Sono passati 85 anni dal 1933, quando Matilde Carcano, un’antesignana dell’imprenditoria femminile, intuì lo sviluppo che avrebbe avuto il packaging e fondò “Industria Carte Metallizzate e Affini”.

Un anniversario che Elena Maria Carla Torri, CEO dell’azienda, ha voluto rendere memorabile con l’attualizzazione del logo e una più immediata riconoscibilità.

Nella nuova identità visiva emerge nitido e in primo piano il nome dell’azienda, viene ricordata la data di fondazione e sono citate le “sartorial paper”, le sue carte creative e personalizzabili per rendere possibile qualunque progetto di packaging e immagine coordinata dei brand del lusso.

Valentina Folli e Margherita Paleari hanno disegnato il nuovo logo. L’idea progettuale recupera un fondamentale elemento del passato, la “I” iniziale di Icma del precedente marchio, che viene trasformata in un tratto fluttuante che assomiglia ad “ago e filo”, quella matrice sartoriale che è l’essenza stessa di Icma.

Oltre al nero, il logo sarà declinato nei colori azzurro che ricorda le acque del lago e Mandello del Lario dove Icma ha sede e rame, colore molto femminile in omaggio alle donne che si sono succedute alla guida di Icma.